Lettera al VII Municipio, alla Regione Lazio, alla Asl e al Comune di Roma

Esiste una cronologia di proposte (elencate nella lettera), tra le quali nello specifico il Municipio si è reso portavoce per la Casa della Salute. È necessaria la riapertura di un tavolo di discussione tra le amministrazioni interessate per rispondere efficientemente alle esigenze dei cittadini.

Con riferimento alla nota prot. n. 29013 del Dipartimento Mobilità e trasporti dell’11 settembre 2015 riguardante la “petizione popolare piazza coperta” in zona Arco di Travertino (all.1) si precisa quanto segue.

La piazza sovrastante il parcheggio di scambio, struttura in legno lamellare costruita dell’ATAC e ceduta al Comune nel 2013, ad oggi non è ancora usufruibile dai cittadini.

Il Comitato di quartiere in più occasioni ha presentato istanze agli organi competenti affinché lo stabile fosse utilizzato come sede di un polo sanitario (ASL o casa della salute). In data 29.09.2015 con nota prot.n. C/85289 la direzione generale della ASL roma C ha ribadito l’interesse dell’azienda alle problematiche sanitarie del territorio e l’intenzione di voler ripristinare e potenziare la struttura sanitaria già presente presso le sede di via di acqua donzella (all. 2).

Infatti dalla chiusura nel 2012 della ASL sita in via di acqua donzella, i cittadini della zona sono costretti a recarsi presso altre strutture sanitarie molto distanti e che, ormai sature, non sono in grado di evadere le richieste degli utenti.

Il consiglio dell’ex municipio IX, già con la risoluzione n. 1 del 2012 (prot. n. 13906) chiedeva al sindaco di Roma quale commissario straordinario per la mobilità e altresì all’assessore competente di impegnare la giunta municipale a proporre l’apertura “di un tavolo tecnico tra il Comune di Roma, la ASL e la regione Lazio per reperire le risorse necessarie alla creazione di un nuovo polo socio- sanitario all’interno del parcheggio di scambio Arco di travertino, tale da sostituire, implementandone, se necessario, le attività della struttura di Via dell’Acqua donzella”.

Successivamente in data 26 febbraio 2015 con la risoluzione n.5 il Consiglio del municipio VII ha ribadito la necessità di impegnare la Presidente e la Giunta ad attivarsi presso gli organi competenti affinché nel processo di riorganizzazione delle ASL venga potenziata l’attività sanitaria attraverso l’apertura di due case della salute, una della quali nell’area della piazza coperta presente nel parcheggio di scambio Arco di Travertino.

In ultimo con la risoluzione n. 30 del 3 novembre 2015 il consiglio municipale si è fatto nuovamente portavoce degli interessi dei cittadini prevedendo “di impegnare la Presidente e la giunta ad attivarsi presso il Commissario straordinario per promuovere l’apertura di un tavolo tecnico tra il Comune di Roma, la competente Azienda sanitaria Sanitaria Locale e la Regione Lazio per valutare la fattibilità, con contestuale reperimento dei fondi necessari, per realizzare in tempi brevi un polo sanitario all’interno del manufatto, affinché una volta perfezionato l’accordo con la Regione, siano avviate le procedure per l’emanazione del bando per il projet financing per la sistemazione degli altri spazi, con inserimento nel piano triennale delle OO.PP del Comune di Roma”.

Pertanto alla luce delle istanze presentate dal Comitato e degli atti municipali approvati dal 2012 ad oggi, si chiede che venga al più presto convocato un tavolo tra le amministrazioni interessate al fine di poter soddisfare le esigenze formulate e di evitare che il manufatto, già sprovvisto di adeguata manutenzione, possa ulteriormente degradarsi.

Il Comitato Arco di Travertino