Raccolta Differenziata Porta a Porta nel VII Municipio

Nel 2013 fu avviato un nuovo modello di raccolta differenziata in 5 Municipi. Nel 2014 si aggiunsero altri 5 Municipi. In questi mesi partirà negli ultimi 5 compreso il nostro (VII). Il VII Municipio è il più grande di Roma, con oltre 300.000 abitanti, per questo la Raccolta differenziata partirà a scaglioni. Saranno coinvolti per primi i quartieri oltre il raccordo anulare e nel corso dei prossimi mesi la raccolta si estenderà fino a San Giovanni.

La produzione di rifiuti è in continua crescita (attualmente quasi 2.000.000 di tonnellate l’anno) ed è necessario gestirla con l’obiettivo di rispettare l’ambiente, diminuire i costi di smaltimento e riciclare alcuni tipi di materiali.

Sarà attuata la così detta “raccolta porta a porta” degli scarti alimentari ed organici, della carta, della plastica, del metallo e dei materiali non riciclabili. L’Ama consegnerà gratuitamente ad ogni famiglia il Kit di avvio formato da una biopattumiera areata e una dotazione di sacchetti (per i resti alimentari), oltre ad altri tre contenitori per le altre tipologie di scarti. Il vetro invece verrà raccolto separatamente in apposite campane di colore verde posizionate su strada.

Non dovremmo più vedere quegli spettacoli indecorosi (contenitori strapieni, mucchi di sacchetti e di altri tipi di rifiuti per terra, raccoglitori di plastica pieni impropriamente di carta o viceversa).

Solo rispettando le regole si può avviare un percorso virtuoso di riciclo, in quanto sarebbe possibile rivoluzionare un intero sistema industriale: da rifiuti che producono rifiuti si passerebbe ad un ciclo che dai rifiuti ricavi materie da immettere sul mercato e che supporti la produzione generando ricchezza. Ciò renderebbe possibile anche una, limitata ma pur sempre utile, riduzione delle tariffe.

Naturalmente, la riuscita di questo progetto dipende esclusivamente dal comportamento dei due attori protagonisti: noi residenti e l’Ama. Per perseguire una raccolta differenziata porta a porta seria ed efficiente è necessario, da una parte, che le nostre famiglie siano disposte ed attente a separare i rifiuti come richiesto e, dall’altra, che l’Ama provveda al ritiro puntualmente.

Per poter vivere in una città pulita è necessario da parte nostra uno slancio civico che annulli l’incivile comportamento di una significativa percentuale di “cittadini” che buttano ogni cosa per strada, vicino i cassonetti o lontano, dove capita. Si richiede anche la nostra disponibilità quando, nei momenti in cui l’amministrazione non ce la fa, si renda necessario dare una mano (come avviene in molti posti nel mondo) evitando di giustificarci con “io già pago le tasse”.

F.Carnevale